Associazione Frida: di cosa si occupa? Che servizi offre?

Tra i molti centri antiviolenza in Italia, si può citare l’ “Associazione Frida – donne che sostengono le donne”, situata in Toscana. Ma dove si trova con esattezza? Che servizi offre?

I suoi servizi

La Frida è nata nel 2008 a San Miniato (Pisa), aprendo uno sportello antiviolenza, che nel 2012 sono diventati quattro. Questa associazione offre tra i suoi servizi l’ascolto telefonico, colloqui di sostegno per uscire dalla violenza, consulenze legali ed ospitalità in case rifugio. A questi servizi si possono aggiungere anche l’orientamento sanitario e sostegno per inserirsi nel mondo del lavoro.

I servizi, tuttavia, non si limitano solo all’aiuto alle donne in difficoltà, ma anche a progetti per la formazione e l’educazione alle differenze di genere, con interventi presso scuole, enti pubblici ed organizzazioni, e la promozione del cambiamento sociale, con incontri, seminari, iniziative culturali e teatrali sulle tematiche di genere. Tra i suddetti progetti si possono citare il “Sexting e Cyberbullismo: violenza di Genere in Rete” dedicato alle vittime di violenza su internet, oppure il “L.I.B.E.re – Libertà, Indipendenza, Benessere, Empowerment in rete”, che ha lo scopo di migliorare i servizi di assistenza per le donne vittime di violenza.

Sostegno e contatti

Per sostenere questa associazione, tramite il suo sito ufficiale si può trovare il codice da usare per donare il 5×1000 a questa associazione, oppure acquistare dei gadget, come borracce, zaini, tazze, penne, realizzate dall’associazione, da poter comprare contattando la stessa fondazione. I contatti di quest’ultima si possono trovare sempre online, nell’apposita sezione o a fine pagine, ed essi comprendono numeri di telefono ed indirizzi e-mail.

Viene spontaneo chiedersi: come si riconosce una vittima di violenza? E quando contattare un’associazione come la Frida? Si può riconosce una vittima di maltrattamento domestico non solo da segni fisici come bruciature, lividi, contusioni, etc, ma anche se la persona in questione presenta segni di stress o panico, depressione, perdita dell’autostima, agitazione e tiene comportamenti come ritardi o assenze al lavoro, agitazione in caso di assenze da casa e si isola socialmente. Se si sospetta un caso di abuso, è bene cercare di convincere la vittima ad andarsene, senza giudicarla, dicendole che niente può giustificare un simile comportamento, ed aiutarla nel rivolgersi ad associazioni come la Frida.

Puoi leggere anche:

Scrollando questa pagina ed utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra, se vuoi sapere come disattivare i cookie o per maggiori info clicca qui: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi