Surf: il nuovo sport olimpico

È notizia recente l’ammissione di nuovi sport che sono stati ritenuti all’altezza di poter partecipare all’evento sportivo più importante che si svolge ogni quattro anni: le Olimpiadi.

Le olimpiadi hanno man mano negli anni adeguato la loro struttura e le loro gare agli sport emergenti o a quelli sempre esistiti che però sono tornati alla ribalta o che hanno acquistato un’importanza sportiva superiore rispetto a prima che andava in qualche modo riconosciuta.

Approfondimenti sulla nuova disciplina olimpica

L’ultimo sport ad essere stato scelto e introdotto alle Olimpiadi di Tokio del 2020 dopo skateboard, baseball, arrampicata sportiva , karate  e softball è il surf.

È già molto tempo che in realtà il mondo del surf chiede un riconoscimento più concreto ed effettivo del proprio sport spesso ritenuto amatoriale o comunque meno importante di molti altri e non degno di nota e soprattutto di partecipare ad un evento così importante come le Olimpiadi.

La volontà di introdurre il Surf come disciplina olimpica risale in realtà agli anni ’20 e ciò da quando l campione di nuoto Duke Kahanamoku, dopo la vittoria nella sua categoria, ha ipotizzato questa come una possibilità reale e nemmeno lontana.

In realtà ci sono voluti 100 anni per poter vedere questa “profezia” realizzata ma ne è comunque valsa la pena anche e soprattutto per tutti quegli sportivi che dedicano anima e corpo a questo sport non solo per gli sforzi fisici affrontati ma anche per i pericoli che presenta.

Il surf è uno sport che di per se può presentare dei pericoli, come del resto anche gli altri, ma che prevede una pericolosità in più legata al luogo in cui viene praticato: l’oceano.

Anche a Tokio 2020 le gare di surf non avverranno in piscina ma in mare, nell’oceano e quindi si affronteranno i pericoli reali delle onde che potranno essere più o meno alte e il mare più o meno mosso, senza contare che spesso i surfisti sono vittime di attacchi di squalo dal momento che l’oceano e soprattutto le baie dove si pratica surf sono anche le preferite dai grossi mammiferi che attaccano l’uomo.

Ovviamente il punto principale di questa nuova gara introdotta sarà la salvaguardia dello sport ma anche e soprattutto degli sportivi che potranno gareggiare in oceano e quindi dare il massimo ma sotto una stretta sorveglianza.

Il surf è uno sport tutto sommato più recente di altri che può avere gare davvero spettacolari che di certo sapranno interessare il pubblico che per la prima volta sarà reso partecipe in tutto e per tutto.

Puoi leggere anche:

Lascia un commento