L’intervento chirurgico per le vene varicose

L’intervento chirurgico per le vene varicose

Purtroppo un terzo delle donne e almeno il 10% degli uomini tende a soffrire di vene varicose che se non adeguatamente curate possono portare ad episodi più o meno gravi di flebiti o trombosi venosa.

Le vene varicose sono causate dalla dilatazione più o meno ampia delle varici che va ad impedire la corretta circolazione venosa delle gambe provocando fastidiosi formicolii e problemi vascolari.

Il primo step delle varici infiammate prevede un costante formicolio e fastidio alle gambe che dopo un certo tempo iniziano a gonfiare ed essere molto doloranti.

Con il passare del tempo, se non si sono prese le dovute precauzione, spesso le varici tendono a dilatarsi sempre di più diventando vere e proprie vene varicose visibili alla vista.

Purtroppo non è scontato che la corsa ai ripari, seppur fatta per tempo, risulti essere efficace e spesso è necessario agire chirurgicamente per arginare il danno.

Interventi chirurgici

Per i primi stadi in cui le varici sono dilatate ma non eccessivamente e in cui i problemi si limitano a gonfiore e flebite sporadica è possibile ricorrere ad una tecnica che preveda l’inserimento di una sonda all’interno della vena che vada ad infiammare ulteriormente la safena in modo da occluderla completamente ed escluderla dal flusso circolatorio agendo con un effetto di cauterizzazione in loco.

Per casi più gravi in cui le varici sono estremamente visibili e le gambe molto doloranti è necessario intervenire chirurgicamente con l’asportazione completa della safena che avviene con un intervento che prevede un taglio su inguine e sulla gamba da cui la safena viene completamente “sfilata” con eventualmente qualche piccola varice che fungeva da “affluente” della stessa.

Questo intervento è minimamente invasivo ma tuttavia il paziente potrà completamente ristabilirsi nel giro di una quindicina di giorni e dovrà semplicemente a ricorrere all’utilizzo di calze antitrombotiche che permetteranno al tessuto di cicatrizzarsi completamente e alla circolazione di riprendere senza problemi nel migliore dei modi.

Le vene varicose sono un problema da non sottovalutare e soprattutto è famigliare e quindi se si sa di essere a rischio è buona cosa cercare di prevenire fin da subito la loro insorgenza non affaticando troppo le gambe, cercando di mantenere un peso adeguato che non gravi sulle gambe più del dovuto e utilizzando anche le calze antitrombotiche che possono essere acquistate senza problemi in farmacia.

Prendendo qualche piccolo accorgimento a tempo debito sarà possibile prevenire senza troppe difficoltà il peggioramento delle vene varicose e magari non sarà necessario procedere con un intervento chirurgico.

Puoi leggere anche:

Lascia un commento