Cos’è la ritenzione idrica e come si cura?

Quando parliamo di cellulite, buccia d’arancia e ritenzione idrica spesso tendiamo a fare confusione perchè nonostante questi tre concetti siano saldamente legati fra loro non sono la stessa cosa.

Cos’è la ritenzione idrica

La ritenzione idrica è il fattore scatenante e che, se non curato, porta ad una infiammazione più grave della cute che evolve in buccia d’arancia e infine cellulite.

La ritenzione idrica è la difficoltà del tessuto sottocutaneo ad espellere i liquidi in eccesso che invece di essere eliminati tendono a rimanere legati ai tessuti dell’epidermide creando risacche stagnanti che portano ad infiammazioni più gravi.

La ritenzione idrica,infatti, è il primo stadio di infiammazione che porta alla formazione della cellulite in cui oltre a non riuscire ad eliminare l’acqua non si riesce ad eliminare il grasso che tende ad accumularsi in questi piccoli anfratti sottocutanei.

Come si combatte?

Per combattere la ritenzione idrica è necessario mantenere i tessuti elastici facendo sport, seguire una dieta povera di sodio e soprattutto bere molto.

bevanda per contrastare la ritenzione idricaLa bevanda più consigliata è sempre l’acqua poichè non contiene zuccheri ed è la fonte primaria di eliminazione della ritenzione idrica ma è anche possibile consumare durante il giorno bevande diuretiche e tisane alle erbe che favoriscono l’eliminazione dei liquidi in eccesso favorendo la rigenerazione cellulare.

È sempre consigliabile consumare almeno un litro e mezzo o due di liquidi al giorno e per cui magari variare con una tisana o una bevanda ai frutti ci invoglia a bere e ci facilita il compito.

Come giá detto è importante anche abbinare una buona dieta e soprattutto lo sport perchè la ritenzione idrica è sempre e comunque anche un problema di difficoltà micro vascolare in cui non si riesce ad ossigenare in modo adeguato l’epidermide in profondità.

Abbinando la dieta, il consumo di liquidi e uno sport mirato che favorisca il drenaggio e la respirazione cellulare profonda, sarà possibile non solo combattere la ritenzione idrica ma evitare che ricompaia.

È importante essere costanti in qualunque attività si svolga e non sentirsi soddisfatti non appena ci si accorge che i risultati sono visibili perché è in questo modo che si rischia di rendere tutto il lavoro vano e si rischia di dover ricominciare tutto dall’inizio con notevole spreco di sforzi e tempo.

Lavorando in sinergia su ogni fronte sarà possibile eliminare i liquidi in eccesso, favorire il drenaggio e favorire la rigenerazione cellulare che darà alla pelle un aspetto più nuovo, luminoso e sano.

Puoi leggere anche:

Lascia un commento