consigli per restaurare la bicicletta

Come restaurare una bicicletta

Hai una vecchia bicicletta che però non riesci a buttare perché piena di tanti ricordi? Vorresti rimettere a nuovo il tuo due ruote senza dover spendere soldi per prenderne uno nuovo? Allora quello che più fare è restaurarla, in questo articolo ti daremo dei consigli su come fare, ma tieni a mente che avrai bisogno di manualità e tanta pazienza.

Consigli per restaurare la propria bici in poche mosse

Occorrenti:

  • Tela abrasiva (diverse grane)
  • Trapano elettrico
  • Antiruggine
  • Vernice per compressore
  • Petrolio
  • Pasta abrasiva
  • Accessori nuovi
  • Olio lubrificante
  • Cannello a gas

Una volta raccolti tutti gli occorrenti non resta che iniziare. La prima cosa da fare è smontare la bicicletta cominciando dal reparto di trasmissione (catena, pignone, pedali e cambio), se alcune componenti risultano particolarmente arrugginite, le si possono mettere a bagno in un barattolo contenente petrolio in modo tale da far ammorbidire la ruggine e rendere più semplice la successiva pulizia. Fatto ciò proseguo con lo smontaggio. Attenzione, se vedete che alcune componenti sono particolarmente usurate conviene tenere in considerazione l’idea di prendere dei pezzi di ricambio.

bicicletta restaurata

Una volta smontata completamente la bici, riprendiamo il telaio e iniziamo il processo di restauro. Utilizziamo della tela abrasiva imbevuta in acqua e grattiamo via la ruggine, se tale processo risulta particolarmente ostico, allora vi consiglio di utilizzare un bomboletta spray, che potrete acquistare in un qualsiasi colorificio, e che vi aiuterà a cristallizzare la ruggine per poterla rimuovere più facilmente. Una volta completato questo passaggio, prendiamo dell’altra tela abrasiva (con grana sottile questa volta) e levighiamo il telaio per prepararlo ad una mano di antiruggine.

Mentre l’antiruggine asciuga, passiamo ai materiali che erano  stati imbevuti nel petrolio. Rimuoviamone la ruggine lasciandoli sotto l’acqua corrente e, una volta puliti, asciughiamoli bene in segatura di bosso, in modo da eliminare l’umidità. A questo punto diamo una mano di olio lubrificante e, con il cannello, diamo una piccola colorazione a fuoco. Completata questa operazione, torniamo a occuparci del telaio che a questo punto dovrebbe essere asciutto.

Con l’aiuto di un compressore applichiamo due mani di vernice (più o meno una mano a mezz’ora dall’altra) e, quando saranno essiccate, lucidiamo con una pasta abrasiva. A questo punto il processo di restauro è completato, montiamo il tutto e aggiungiamo dei nuovi freni, sellino e camere d’aria in modo tale da far sembrare la nostra bicicletta fresca di negozio. Eventualmente la si può sempre abbellire con degli stickers o altri elementi di personalizzazione.

Lascia un commento